Digital strategy | Miroweb.it

Linee guida per una digital strategy di marketing al passo coi tempi

Chi si appresta a definire una digital strategy marketing può aver  bisogno di una rapida panoramica su novità e tendenze nel campo del marketing online.

Per iniziare a pensare al futuro del proprio business, occorre innanzitutto impegnarsi su strategia e pianificazione  di marketing  digitale, in modo da giocare d’anticipo o al minimo in modo da allinearsi alla concorrenza che già è attiva e pronta su questo fronte.

Un digital marketer serio non smette mai di aggiornarsi, altrimenti muore, perché il mondo corre veloce e le novità lo inseguono. Ad un neofita del digital marketing  può tornare utile avere, invece, un elenco di canali da presidiare e linee guida per mettere in piedi  una strategia di marketing digitale al passo coi tempi.

 #1. Non dimenticare Instagram

Se non hai ancora avviato un account Instagram per la tua attività, è il momento di farlo.  Instagram è, tra le piattaforme social, quella che ad ora sta registrando i tassi di crescita più elevati.  Le statistiche parlano di un grande successo della piattaforma di mobile photography, specie tra le nuove generazioni di nativi digitali, con oltre 200 milioni di utenti attivi.

 #2.  Posizionati sui mercati internazionali con Yahoo! Bing network

In  Italia si sa Google la fa da padrone e quindi, per chi fa web advertising sul mercato nazionale,  Google Adwords è quasi obbligatorio. Se invece si ha un business che si rivolge  ai mercati esteri può essere utile sapere che il costo medio per clic su Yahoo! Bing è dal 10% al 24% per cento più basso che su Google AdWords.

 

Un costo inferiore per clic può significare spuntare un minor costo di acquisizione cliente, e questo che è il motivo per cui occorre prendere maggiormente in considerazione questo motore di ricerca. Questo consiglio vale specialmente se il business su cui si intende fare web advertising è molto competitivo e quindi ha un CPC mediamente oneroso che pesa sul budget di campagna, come ad esempio il settore turistico.

 #3.  Sfrutta lo strumento “Pubblico simile” di Facebook

Secondo Facebook, lo strumento Pubblico Simile consente di “trovare persone molto simili al pubblico che conta per la tua azienda su Facebook e, di conseguenza, di raggiungere nuove persone probabilmente interessate ai tuoi prodotti o servizi”.

Se ad esempio si ha un’attività di eCommerce ed una lista email di clienti acquisiti è possibile creare un pubblico simile a quello del proprio database commerciale, quindi nuovi clienti che assomigliano per caratteristiche socio-demografiche o per stile di vita ai clienti già acquisiti che hanno visitato il sito Web o fatto acquisti.

 #4.  Investi qualcosa sulla promozione a pagamento di Facebook

Ormai con il passar del tempo Facebook si sta muovendo nella direzione di favorire chi fa inserzioni a pagamento. Investire anche un budget minimo su FB Ads  consente di aumentare  notevolmente il livello di interazione. Per via dell’algoritmo Facebook Edgerank la probabilità per un’azienda di finire in testa nel news feed è meno probabile. Ecco perché dare una spintarella sponsorizzata ai post non fa male.

 #5. Ricordati dell’Email marketing

Secondo i guru internazionali della consulenza on line, l’email marketing è ancora il miglior canale per ottenere un buon ritorno sull’investimento (ROI).  Questo suggerisce di costruire una buona mailing list di clienti e/o prospect e/o persone interessate all’oggetto del business e aumentare il numero di comunicazioni a loro veicolate, sempre che si disponga ovviamente di contenuti  interessanti da veicolare anche via email.

 #6.  Non trascurare la crescita organica di follower su Twitter

C’è una grande frustrazione tra gli addetti al marketing online per il fatto che molti social ormai stanno forzando le aziende a fare pubblicità a pagamento.

Un canale come Twitter, tuttavia, con il suo miliardo di utenti registrati, può rappresentare ancora una buona piattaforma in cui far crescere il proprio seguito in modo organico, naturale, non spinto dalla pubblicità.

Basta ricordarsi, ad esempio, alcune semplici tecniche social che aumentano il livello di interazione, quali:

  • fare una ricerca per hashtag correlati al proprio settore e raggiungere utenti interessati in questo modo;
  • ringraziare su Twitter chi scrive cose interessanti per noi sul suo blog;
  • porre domande relative al proprio hashtag a cui altri possono dare risposta.

 #7. Non perdere d’occhio Facebook re-marketing

Chi si occupa di social media marketing deve approfittare delle opportunità offerte dalla display advertising su Facebook. Attuare una strategia di Facebook re-marketing consentirà di avere sicuramente un più alto tasso di conversione delle proprie campagne. La logica del Facebook re-marketing è analoga a quella di Adwords. Un utente visita un buon sito e si lascia affascinare da una bella grafica e contenuti rilevanti per i propri interessi e nel momento in cui lascia il sito che sta visitando e va su Facebook, quest’ultimo lo segue e gli ricorda le opportunità offerte dal brand abbandonato e lo spinge ad agire in qualche modo, innalzando il tasso di conversione.

 #8. Spara contenuti interessanti sul blog

Scrivere contenuti interessanti su un blog collegato ad un brand, consente di migliorare il posizionamento organico sui motori e di accrescere la propria reputazione. Siccome l’80% delle visite quotidiane ad un blog sono nuovi visitatori, il blog aiuta a trainare traffico sul sito web, come pure a ospitare un post di Facebook o di Twitter o il promo di una campagna e-mail.

 #9. Migliora la prestazione di Local SEO con G+

Google+gioca un ruolo cruciale nella ottimizzazione dei motori di ricerca a livello locale. Ragion per cui, più è alto il numero di recensioni che si ottiene ed il numero di contenuti che si pubblicano sulla pagina G+, maggiore è la probabilità di migliorare il proprio ranking quando un utente effettua una ricerca con parole chiave localizzate (es. – albergo 3 stelle Sorrento).

 #10. Integra i video YouTube nel digital marketing mix

Siccome Google e YouTube sono dello stesso proprietario, inserire le video produzioni distribuite su YouTube nel proprio marketing mix consente ai video di essere visualizzati tra i risultati del motore di ricerca.  Oggi è possibile poi mettere in pratica un sacco di trucchi per ottenere una migliore posizione SEO dei video, come la scelta di un tag title appropriato, il caricamento di una trascrizione o l’embedding del video di YouTube.

 #11. Usa immagini e grafica convincenti

Quanto più la grafica dei contenuti che veicoliamo sui canali social è convincente, tanto maggiore sarà il risultato di interazione ricevuto. L’utilizzo di grandi immagini accattivanti ha un ruolo fondamentale se si vuole aumentare il coinvolgimento del pubblico.

 #12. Ottimizza il sito web

I contatti qualificati generati mediante l’ottimizzazione sui motori di ricerca sono molto più numerosi rispetto a quelli generati dal attività più tradizionali di telemarketing o pubblicità a stampa. Avere un sito web ottimizzato per i motori è quindi una necessità assoluta per aumentare i contatti e far crescere il proprio business.

 #13. Distribuisci contenuti

Per dare maggiore visibilità ad un brand ed ai suoi prodotti servizi, occorre conferire contenuto ad altri blog/siti che operano su settori e argomenti affini. Se ad esempio mi occupo di “affitto appartamenti vacanza a Ischia” potrei scrivere per un portale turistico locale che parla delle attività del territorio. Distribuire contenuti a tema nella comunità di interesse consente di aumentare la propria brand reputation e dirigere più traffico verso il sito web.

 #14. Fai Digital PR

Una buona strategia di Digital Marketing deve contemplare anche una strategia di pubbliche relazioni (PR) digitali. Rintracciare e coltivare una rete di siti correlati e inviare loro un comunicato stampa, potrebbe significare far sì che altri scrivano articoli sull’azienda o segnalino il caso aziendale o una storia collegata al nostro management su altri blog. Le PR digitali servono a far aumentare il numero di persone che parla di noi, che cita l’azienda ed il marchio e lo diffonde sulla rete.

 #15. Fai una proposta unica

Per dare sostanza ad una strategia di marketing digitale, occorre prevedere una proposta unica che veicoli la promozione del business in modo massivo.

Una promozione unica, come ad esempio il lancio di un contest fotografico su un canale social, deve fare in modo che i fan ed i seguaci sui canali sociali siano spinti ad interagire, a condividere, a raccontare.

 Non è semplice che una strategia di marketing digitale riesca a seguire tutte le linee guida delineate in questo post, ma sicuramente tenerne conto è un primo passo per dar vita ad una strategia di marketing on-line efficace. Sei pronto?

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>